Matrimonio

visualizzazione immagine CSSFamiglia.gif

MATRIMONIO CIVILE O RELIGIOSO

ENTE DI RIFERIMENTO: Comune di Paese - Servizio Stato Civile

OFFERTA

COS'È

Nell'ordinamento giuridico italiano sono previste due diverse forme di matrimonio: quello civile, interamente regolato dalle leggi italiane e quello concordatario ossia il matrimonio religioso, stipulato secondo regole sancite dal diritto canonico che, in seguito a trascrizione nei registri dello stato civile, acquisisce effetti civili. Il ministro del culto è considerato come un pubblico ufficiale autorizzato alla celebrazione del matrimonio dalla legge. Con il matrimonio, in capo ai coniugi sorgono una serie di diritti e doveri di natura personale e patrimoniale a cui sono reciprocamente vincolati.

A CHI SI RIVOLGE

A tutti i cittadini che vogliono contrarre matrimonio.

COSTO

Le spese civili sono relative all'acquisto delle necessarie marche da bollo. Tariffa per uso Sala comunale.

ACCESSO

IN CHE MODO

Per poter contrarre matrimonio, sia civile sia religioso, è necessario, innanzitutto, procedere alla richiesta di pubblicazione presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due nubendi che devono presentarsi presso tale Ufficio almeno due mesi prima della data fissata per il matrimonio.

MODULO

Non richiesto

DOCUMENTI NECESSARI

Codici fiscali dei nubendi, documenti di riconoscimento e, nel caso di matrimonio religioso, la richiesta del parroco. Per casi particolari, ad esempio il matrimonio di persona minorenne o di persona non in possesso di cittadinanza italiana, richiedere informazioni direttamente all'Ufficio di Stato Civile.

DOVE RIVOLGERSI

Ufficio di Stato Civile - link