Fatturazione elettronica

Codici di fatturazione

Protocollo n. 2758 del 03/02/2016 (PDF)
Comunicazione aggiornamento codici identificativi degli uffici comunali destinatari della fatturazione elettronica - D.M. n. 55 del 3 aprile 2013 - Art. 1, comma 213, lettera a), Legge n. 244/2007 -

Elenco codici univoci degli uffici destinatari di fatturazione elettronica:

Nome Ufficio

Codice Univoco Ufficio

Segreteria e affari generali, Contratti, Servizi finanziari, Servizio informatico, Servizi culturali

QODYBF

Servizio tributi, Personale

H2NEQR

Servizi sociali, Servizi per i giovani

U19K7J

Polizia locale

QU0N2K

Attivita' produttive, Servizi scolastici, Sport, Comunicazione

931ABR

Edilizia, Urbanistica e Servizio informativo territoriale, Ambiente

PXS5TG

Lavori pubblici, Protezione civile

MRP9I1

Servizi tecnico-manutentivi, Patrimonio

E7DO23

Servizi demografici

XVXCNI

 

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione Comunale, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato della fattura elettronica” del citato DM n. 55/2013. Dal 6 giugno 2014 tale modalità è già obbligatoria nei confronti di Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale. Trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico. (es.: fatture ricevute prima del 31.03.2015 con scadenza oltre il 30 giugno 2015).
Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014 , al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA devono riportare:

  • il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010;
  • il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche.

Quindi non si potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i codici CIG e CUP, quest’ultimo ove previsto.

Ai sensi dell’articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013, il Comune di Paese (TV) ha individuato e aggiornato i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche, inseriti nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA).

L’Ufficio Centrale di fatturazione elettronica, generato in automatico al momento dell’accreditamento dell’Amministrazione nell’IPA con nome ufficio “Uff_eFatturaPA” e codice univoco ufficio UFCWQ5, non dovrà più essere utilizzato per l’emissione delle fatture relative agli acquisti effettuati a decorrere dal 1° settembre 2015 e sarà mantenuto solo fino 31 marzo 2016.

Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI), gestito dall’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario. L’informazione relativa al Codice Univoco Ufficio deve essere inserita nella fattura elettronica in corrispondenza dell’elemento del tracciato 1.1.4 denominato “Codice Destinatario”. L’invio della fattura ad un Ufficio diverso da quello ordinante comporta il rifiuto della stessa.