2007-2008 Priorita'


da Paese Vita Amministrativa - settembre 2008

Le sette priorità ambientali di Paese

In seguito alla visita dei consiglieri regionali alle cave e discariche di Paese, l'Amministrazione comunale ha fatto pervenire alla Regione Veneto un documento che ha indicato almeno sette priorità ambientali per le quali si chiedono entro breve interventi di sostegno e contributi concreti.
1. Cave "Padernello" - La prima priorità ambientale indicata alla Regione Veneto è in linea con le iniziative degli ultimi mesi sintetizzabili nello slogan "Basta cave a Paese!". È stato chiesto che non vengano concesse ulteriori proroghe all'escavazione, né in ampliamento né in approfondimento. A partire dal "no", intanto, alla richiesta di approfondimento delle cave "Padernello" dove, altrimenti, si continuerebbe a scavare per altri 12 anni, asportando altri 4 milioni mc di ghiaia.
2. Finanziamento per la messa in sicurezza e bonifica della discarica "Tiretta" di Padernello, che sta inquinando la falda sotterranea. Va considerato che si ipotizza interventi da svariati milioni di euro e che la gestione corrente della discarica attualmente sta gravando sulle casse comunali, con un costo annuo intorno ai 200 mila euro.
3. Finanziamento per la rimozione di rifiuti non conformi e la messa in sicurezza della discarica ex Sev di via Veccelli. È una delle situazioni ambientali più preoccupanti: la ditta "Sev srl" è fallita ed è necessario rimuovere e smaltire circa 20 mila tonnellate di materiali "non conformi".
4. Finanziamento per messa in sicurezza e gestione post mortem della Discarica "Ecoidrojet" di Castagnole, per la quale le disponibilità finanziarie basteranno solo per pochi mesi ed attualmente non c'è nessuna prospettiva per impedire l'abbandono di questo sito inquinante.
5. Ricomposizione della discarica "Terra srl" di Castagnole. Poiché il Consiglio di Stato nel marzo 2007 ha dichiarato illegittima l'autorizzazione della Provincia di Treviso allo smaltimento di materiali contenenti amianto in quel sito, c'è ora il problema di ripristinare lo stato di fatto antecedente al conferimento. E si auspica un ruolo attivo da parte della Regione del Veneto nella definizione delle misure tecniche più idonee ed opportune da adottare.
6. Ricomposizione ambientale della cava "Treforni", cioè della cava più grande di Paese, dove l'escavazione è conclusa. L'area ha un'estensione di 48 ettari con circa 6,6 milioni mc di ghiaia estratta. Per Paese sarebbe un grande risultato approdare ad un ripristino ambientale qualificato e di interesse ambientale.
7. Il Comune di Paese si è offerto di ospitare una conferenza regionale sulle prospettive per una nuova legislazione in materia di cave, un'occasione che potrebbe essere importante per definire contenuti ed indirizzi in vista della riforma della legge regionale n. 44/82.